lunedì 14 agosto 2017

ODIOAMORE ROOMHATE, PENELOPE WARD. Review party.


TITOLO: OdioAmore 
              RoomHate

AUTORE: Penelope Ward

EDITORE: Newton Compton Editori

PAGINE: 326

PUBBLICAZIONE: 14 agosto 2017 

GENERE: Contemporary Romance

PREZZO: € 4,99

Condividere una casa estiva con un coinquilino eccitante da morire dovrebbe essere un sogno che si avvera, giusto? Non se quella persona è Justin…l’unica persona che abbia mai amato.. e che adesso mi odia. Quando mia nonna è morta, lasciandomi metà della casa su Aquidneck Island, c’era un trucco: l’altra metà sarebbe toccata al ragazzo che aveva aiutato a crescere. Lo stesso ragazzo che si era trasformato nell’adolescente a cui avevo spezzato il cuore anni fa. Quello stesso adolescente che adesso è un uomo con fisico da mozzare il fiato ed una personalità inflessibile. Non lo vedevo da anni, e adesso siamo costretti a vivere insieme perché nessuno di noi vuole rinunciare alla casa. 
La parte peggiore? 
Non è venuto da solo. Mi sono resa conto che c’è una linea sottile fra amore e odio. Potevo vedere oltre quel sorriso compiaciuto. Oltre la facciata… quel ragazzo è ancora lì. Anche la nostra connessione. Il problema è che… non l’ho mai desiderato così tanto come adesso che non posso averlo.








Magica, magica Penelope Ward. Proprio quando pensi che la storia che stai leggendo sia qualcosa di già letto, come un treno lei stravolgere tutto e ti lascia a bocca aperta. Ho iniziato OdioAmore e mi sono detta: "ancora un'altra pagina e poi smetto", ma non so come, mi sono ritrovata che era l'alba e il libro era finito! 
Il tema è quello classico del rapporto odio-amore tra due vecchi amici che le situazioni della vita hanno portato ad allontanarsi. Amelia e Justin sono amici d' infanzia, cresciuti insieme hanno condiviso tutto: prime esperienze, avventure, segreti, e un affetto che piano piano stava diventato più grande di loro. Un giorno però Amelia rompe l' incantesimo lasciando di punto in bianco la città, senza nessuna spiegazione apparente. Per Justin sarà un duro colpo e negli anni non farà altro che alimentare un profondo risentimento per quella ragazzina che le ha strappato il cuore e che lo ha trattato come se nella sua vita non fosse mai contato nulla. Anni dopo il destino, sotto le mentite spoglie della defunta nonna di Amelia, farà incrociare nuovamente le loro strade. Nonna... Infatti, ha lasciato in eredità la sua villa ad Aquidneck Island  a entrambi. Amelia è terrorizzata al pensiero di rivedere Justin, perché non lo ha mai dimenticato e nei suoi confronti nutre ancora un affetto viscerale. Scoprirà a sue spese che anche Justin ha conservato il ricordo di lei, solo che non è più il ragazzo che ha lasciato anni prima. Nei suoi occhi legge un profondo odio che la atterrisce. I due però dovranno convivere per le vacanze estive, ma condividere gli spazi non sarà semplice, soprattutto perché Justin non è da solo, ma con la sua splendida fidanzata Jade, che tra le altre cose legherà subito con Amelia. Saranno giorni difficili da gestire, Justin alterna momenti in cui la ignora completamente a veri e propri attacchi verbali. Semplici battibecchi che si trasformano in furiose liti, con un Justin che non lesina battute cattive che feriscono profondamente Amelia, lasciando esterrefatta Jade che non ha mai visto il proprio ragazzo comportarsi in questo modo. 


Quando inizi a dirti “Ti amo” tutti i giorni diventa un’espressione normale e perde il suo significato profondo.


Gli unici momenti di pace per Amelia sono i momenti che passa lavorando come cameriera al Sandy, luogo che presto sarà però invaso anche dalla ingombrante presenza di Justin, che catalizza su di sè l'interesse di tutte le persone di sesso femminile, scatenando la gelosia di Amalia. Ma si sa, grandi odi nascondono profondi sentimenti, e forse la rabbia di Justin è solo una corazza che ha costruito nel corso degli anni per proteggersi dalla sofferenza che l'abbandono di Amelia gli ha causato. Ora di quel ragazzo non è rimasto apparentemente nulla, ma Amalia non può fare a meno di provare attrazione nei confronti di colui che una volta era il suo migliore amico. 
Succede allora che gli eventi della vita decidano al posto nostro e la storia tra Justin e Amelia prenderà una svolta inaspettata che cambierà la vita di entrambi. Non voglio svelarvi molto altro della trama, perché vorrei che aveste il mio stesso stupore leggendo Odio Amore. 


Il plot inizialmente sembra essere banale, la consueta dinamica odio-amore amore tra due ragazzi cresciuti insieme che ad un certo punto non riescono più a dare un nome ai sentimenti che si trasformano. Così, invece di procedere verso l'evoluzione, la nostra protagonista preferisce scappare, cristallizzando un affetto che è capace di riaccendersi al primo contatto. Anche qui la trama è suddivisa in due grandi blocchi, oserei dire anche tre, e ognuno corrisponde a una diversa fase del ritrovato rapporto tra Justin e Amalia, rabbia e rifiuto,negoziazione e infine accettazione. Passare attraverso queste fasi non sarà semplice e lo scontro sarà inevitabile. I due diranno e faranno molte cose per ferirsi a vicenda, fino al punto in cui gli eventi cambieranno. La trama subisce una virata che scombussola le idee del lettore. Nuovi scenari, reazioni inaspettate e una nuova convivenza completamente diversa dalla prima. Odio Amore è una storia dinamica che dimostra tutta l'abilità di Penelope Ward come scrittrice. Lo stile è fluido e coinvolgente. Ad ogni novità si soffre o si gioisce, ora con Amalia, ora con Justin, due personaggi di cui ci si innamora, mostrati in tutte le loro debolezza.
Altra abilità di Penelope Ward è la caratterizzazione dei protagonisti, descritti in modo tridimensionale e mai piatto, alle prese con momenti a volte difficili, altre volte indimenticabili. 


Anche se la vita è la somma di migliaia di giorni, quello era uno di quei momenti in cui ti rendi conto di vivere qualcosa di indimenticabile.


Justin Banks è book boyfriend indimenticabile. Musicista in erba, è duro, sprezzante, spiritoso e spesso caustico, ha un animo sensibile che ci viene svelato in tutta la sua dolcezza appena ci inoltriamo nel cuore della storia. È un ragazzo che è cresciuto da solo, con il solo appoggio di Amelia e di sua nonna, ragion per cui il suo mondo crolla quando la sua migliore amica lo lascia come se fosse un calzino vecchio. Il tempo non ha lenito quel dolore, ma lo ha intensificato, ma quando c'è da rimboccarsi le maniche si attiva subito mostrando un grande cuore. Vi assicuro che in alcuni punti vi scioglierete letteralmente per lui, per non parlare delle canzoni che storpia ad hoc per Amelia, D.E.L.I.Z.I.O.S.E.
Amelia è fragile e insicura. Da bambina Justin era il suo supereroe, colui che la salvava dalle situazioni imbarazzanti e che la spronava ed essere se stessa senza nessuna vergogna. Adesso che è un'adulta, ha ancora bisogno di lui, del suo appoggio, del suo sostegno incondizionato. Se non fosse stata tanto insicura e confusa, forse anni prima avrebbe reagito in maniera diversa. Però sapete una cosa? Si sbaglia in due e probabilmente anche Justin non ha avuto il coraggio di dire ad Amelia che i suoi sentimenti stavano cambiando e ora è arrivato il momento di cambiare le carte in tavola.
Struggente, tenero, sensuale, OdioAmore è una lettura da non perdere, che mescola ironia pungente e buoni sentimenti. 








Nessun commento:

Posta un commento