martedì 19 settembre 2017

RESTO CON TE, JENNY ANASTAN. Recensione.


TITOLO: Resto con te

AUTORE: Jenny Anastan

SERIE: Resta con me #1.5

EDITORE: Self publishing

PUBBLICAZIONE: 18 settembre 2017

GENERE: Contemporary romance

PAGINE: 173

PREZZO: € 0,99 ebook

È stato più facile scappare e pensare di sopravvivere a un futuro infelice e vuoto, per Andrew, che cedere davanti all’amore. In fondo, anche senza Zoe ha una vita appagante, una futura sposa bellissima e perfetta, e decine di donne pronte a infilarsi nel suo letto e regalargli una parentesi di illusione. Sì, illusione, perché nonostante tutto, non è riuscito a cancellare quei quattro anni lontano da Zoe, e lei è sempre lì, davanti agli occhi, pronta a ricordargli che l’amore è un’altra cosa. Ma Andrew ha paura, l’esempio dei suoi genitori gli ha insegnato che un uomo rimane sempre tale, che amare significa soffrire… e fare altrettanto. E se non fosse così? E se un piccolo tornado dagli occhi azzurri lo facesse ricredere costringendolo a guardare davvero il suo presente e la donna che ha continuato ad amare nonostante tutto?


AVVERTENZE
Questa novella è il punto di vista maschile del romance Resta con me, pubblicato nel 2014. Gli eventi narrati riprendono il filo del libro madre, anche se sono state inserite scene inedite.

Quanto lo abbiamo aspettato? Ho contato i mesi, gli anni… ho atteso pazientemente, ho creduto che non sarebbe mai più arrivato. Poi, quando ho saputo della pubblicazione, ho pensato che non avrebbe mai potuto soddisfare appieno le mie – e anche quelle di tutte le altre lettrici – aspettative. Ho avuto il piacere di averlo tra le mani, mi ci sono tuffata trepidante e… dopo poche pagine era già magia.
Un Andrew inedito, inaspettato, meraviglioso. Ve lo ricordate in Resta con me? L’abbiamo odiato tanto, detestato altrettanto. Non ci era proprio simpatico, soprattutto all’inizio. Sì, poi lo abbiamo perdonato, esattamente come la sua Zoe, ma un po’ di amaro in bocca era rimasto.
In Resto con te Andrew è un altro. È il meglio che potete aspettarvi, e anche qualcosa di più. È un uomo con più fragilità di quanto potesse sembrare nel primo romanzo scritto dal pov della protagonista. Mi piace dire che questo è il suo riscatto, la sua rivincita nei confronti delle lettrici che non avevano esitato a schierarsi dalla parte di Zoe.
Leggendo l’intera storia dal pov di Andrew capirete che non tutto è come sembra, che ci sono sfumature importanti, significative ed essenziali che ci erano sfuggite, o che forse non avevamo voluto vedere, troppo accecate dall’idea del bastardo che rifiuta una ragazza dopo averci fatto sesso per un anno ed essersi divertito alla grande.
Andrew è un concentrato di paure, insicurezze, fragilità che hanno radici profonde nel suo passato. Ogni sua scelta è dettata da ciò che è stato, ogni decisione è guidata dalla paura di far soffrire una donna e ridurla in uno stato catatonico, come sua madre. Ama i rapporti chiari, quelli in cui entrambe le parti sanno cosa vogliono e per cosa stanno gareggiando. Niente sentimenti, niente relazioni a lunga durata, niente coinvolgimento.
Niente cuore. Perché quando il cuore entra in gioco ci si fa male, male davvero.
Non è vero che gli uomini non soffrono. Chi lo dice è un maledetto bugiardo. Forse non siamo bravi a esternare le nostre emozioni, io faccio schifo nel dimostrarlo, ma in questo momento mi sanguina il cuore e mi sento male.
Con Zoe, però, non è andata esattamente così. Andrew l’ha lasciata andare, l’ha mandata via, ci ha provato con tutto se stesso. Perché le cose stavano diventando troppo importanti, non sapeva più come gestire ciò che provava per lei. È stato più facile fingere che lei non significasse niente.
Ma dopo quattro anni il suo pensiero e il suo cuore sono ancora lì. È andato avanti, è un uomo di successo che sembra avere tutto: soldi, potere, una bella donna che presto porterà all’altare. Ma Zoe, il suo primo, unico, grande amore è il suo rammarico più grande.


Ripensa a lei, ogni donna sembra ricordargli un dettaglio, un colore, un odore di Zoe.
E rivederla sovvertirà ogni regola. Farà tremare il mondo di Andrew, lo scuoterà dalle fondamenta, porterà scompiglio nella sua vita patinata e perfetta.
Come se questo non bastasse, Zoe non è sola. Ha una bambina.
Da quando si rivedranno sarà un’emozione forte dopo l’altra. Vivrete il tormento di Andrew, il suo dolore, il suo desiderio tramite i suoi pensieri schietti. Apprezzerete il suo modo di provare a rimediare, le sue nuove priorità.
Perché quanto è stato ostinato in passato ad allontanare Zoe, tanto ostinato sarà anche stavolta a riconquistarla e a prendersi il posto che gli spetta.
«Cosa dovrei dirti?» chiede, con voce tremante. «Lo sai…». «Ti amo». Finalmente. In fondo l’ho sempre saputo, ma sentirselo dire è tutta un’altra cosa. E ripenso a tutti quei “ti amo” che negli anni mi hanno sussurrato le altre nelle orecchie, ma che non erano altro che due parole insignificanti. Oggi, invece, sono tutto. Zoe lo è. Olivia lo è. Loro sono il mio tutto.
Caparbio, sentimentale, dolce. Ma anche forte, intraprendente e sincero. Andrew è tutto questo. Un uomo che vi farà capitolare. Vorrete essere al posto di Zoe almeno per una volta, per essere l’oggetto della sua lussuria, oppure per sentirvi al centro del suo mondo e bearvi di una delle sue dichiarazioni batticuore.
Olivia, la piccola, ha rubato ancora una volta il mio cuore. La sua dolcezza è infinita e poi, lo sapete, quando ci sono i bambini di mezzo io sorrido e sono felice. Sanno sempre come fare per sciogliermi il cuore.
Resto con te è una novella che nonostante l’esiguità delle pagine riesce a riscattare Andrew e a lasciare il lettore soddisfatto. Non manca niente. È tutto perfetto ed esaustivo così. Neanche nella mia immaginazione Jenny Anastan avrebbe potuto fare meglio.
Passione, amore, ricordi, famiglia gli elementi chiave che fanno di questa novella un pezzo fondamentale e che vanno a chiudere una storia che necessitava di un epilogo degno di questo nome.


Grazie all’autrice per questo regalo speciale, ritornare indietro nel tempo, in una storia che mi aveva fatto sognare anni fa, è stato magico ed emozionante. Farlo con un Andrew così speciale, poi, ha fatto il resto.
Il passato fortifica, il presente è da vivere e il futuro lo sveleremo giorno dopo giorno. Insieme, sempre.
 



#1, Resta con me
#1.5, Resto con te


Nessun commento:

Posta un commento