Pagine

lunedì 18 settembre 2017

LA VENDETTA DEGLI DEI, JENNIFER L. ARMENTROUT. Recensione.

TITOLO: La vendetta degli dei

AUTORE: Jennifer L. Armentrout

SERIE: Covenant series #4

EDITORE: HarperCollins Italia

PAGINE: 369

PUBBLICAZIONE: 7 settembre 2017

GENERE: Paranormal romance

PREZZO: € 6,99 ebook; € 16,00 cartaceo

Alexandria ha sempre avuto paura di due cose: perdere se stessa dopo il Risveglio, ed essere ridotta in servitù per mezzo dell'elisir. Ma l'amore è sempre stato più forte del fato e Aiden è pronto a dichiarare guerra all'Olimpo e al lato oscuro di Alex pur di riaverla con sé. 

Intanto il mondo è sull'orlo del caos. Gli dei hanno già ucciso una moltitudine di persone e potrebbero distruggere intere città nel tentativo di impedire ad Alex di cedere il suo potere a Seth, il primo Apollyon, rendendolo così l'invincibile Sterminatore di Dei. E interrompere l'oscuro legame tra lei e Seth non è l'unico problema, perché la sola persona che potrebbe sapere come arginare il disastro è morta da secoli. Ad Alex e Aiden non resta dunque che penetrare negli Inferi per parlare con lei e poi trovare il modo di tornare indietro. È un'impresa disperata e i pericoli in agguato sono inimmaginabili, eppure non esiste altro modo per impedire a Seth di diventare lo Sterminatore... o ad Alex di prendere il suo posto.


La vendetta degli dei, quarto capitolo della serie Covenant, per quanto mi riguarda è partito un po’ a rilento. La prima parte ha suscitato in me sensazioni contrastanti per fare spazio in seguito al solito crescendo di emozioni che, per chi conosce bene la Armentrout, non conosce mezze misure. Ed ecco che tra colpi di scena, ritorni inaspettati, lotte, sofferenza, perdite dolorose e tanto amore mi sono ritrovata verso la parte finale a commuovermi come difficilmente mi capita! Cari angeli, questa scrittrice ha veramente un dono incredibile!
Ancora una volta la lotta tra amore e destino vi travolgerà, un amore sempre più forte contro un destino che sembra proprio non saperne di arrendersi.
Il bellissimo e coraggioso Aiden S.Delphi sarà veramente qualcosa di incredibile fin dalle prime pagine del libro. L’infinita fiducia verso quei sentimenti veri e sinceri che nutre per Alex saranno la sua forza e crederci il mezzo per salvarla.
«Tutti i momenti finiscono, St. Delphi. E adesso finirà anche il tuo.» Premetti le labbra sull’angolo delle sue e lui trasalì. «Sei debole per colpa del tuo amore.»
Aiden mi fissò senza battere le palpebre. «Amare non vuol dire essere deboli. L’amore è la cosa più forte del mondo.»
Tuttavia ho trovato ridondante ripercorrere gli stati d’animo e gli avvenimenti che nella novella precedente, Elisir, erano stati adeguatamente sviluppati, per non parlare del susseguirsi di eventi quotidiani che a mio parere non hanno apportato alcun dettaglio o informazione aggiuntiva. Allo stesso tempo però, nonostante procedessi a rilento nella lettura, la totale dedizione di Aiden per Alexandria  insieme a una delle frasi d’amore più dolce mai lette (“Eíste pánta mou…” - Sei tutto per me”) è stata capace di fare la differenza facendomi sperare nell’arrivo del vero stile Armentrout che quando ha fatto il suo ingresso mi ha lasciato, come sempre, senza parole.
Ritroverete il Dio Apollo che come al solito cercherà di proteggere la nostra Apollyon e che in questo capitolo ci svelerà il vero obiettivo degli dei; incontrerete nuovi dei che grazie alla bravura della scrittrice sembreranno prendere vita davanti ai vostri occhi; affronterete combattimenti sorprendenti con scene più forti del solito; vi commuoverete inevitabilmente di fronte a dei ritorni inaspettati, soffrirete di fronte al dolore che Alex dovrà affrontare, sorriderete per alcune battute di Deacon e del suo ragazzo Luke, oltre a quelle della spavalda Lea che troverete più disponibile nei confronti di Alex e che vi riserverà un colpo di scena importante, come importante e assolutamente sconcertanti saranno i molteplici colpi di scena insieme a una rivelazione incredibile che, pur volendo, non avremmo mai potuto immaginare.


Questo è il dono di Jennifer L. Armentrout: coinvolgerci in un mare di emozioni condite da eventi inaspettati, a volte devastanti e a volte sorprendenti.
Dal punto di vista della storia non mi sento di svelarvi altro perché vale la pena scoprirla da sole riga per riga insieme a tutti i personaggi della serie che ormai penso siano riuscite a stregare anche voi.
Ho apprezzato molto che in questo libro l'autrice abbia reso i nostri protagonisti più intraprendenti per quanto riguarda la loro reciproca attrazione, ma avrei voluto intravedere ancora quella sensuale malizia che aveva fatto comparsa in Anima divina. In La vendetta degli dei si resta in linea con quel velato approccio passionale tipico del genere paranormale.
«Oh.» Sentii un gran calore, come se fossi di nuovo sotto la doccia bollente. «Oh.»
Lui sorrise lentamente, accarezzandomi le braccia e poi i fianchi. Quel calore inebriante mi penetrò fino al midollo. «Ci hai messo un po’ a capire, eh?» Scoppiai a ridere, e mi sembrò… che fosse giusto farlo. Mi piegai in avanti e appoggiai la fronte contro la sua. «Scusa. Non sono maliziosa come qualcun altro.» «Lo dici tu.» Mi strinse più forte. «Vedremo se è davvero così.» Aiden si spostò così rapidamente che in un istante passai dall’essergli accoccolata in grembo al ritrovarmi sdraiata sulla schiena, con lui sopra. Chinò la testa e le sue labbra si posarono delicatamente sulle mie. Quel semplice, rapido gesto mi fece sciogliere. «Ti amo» disse lui, e quelle furono le ultime parole che ci dicemmo per un bel po’ di tempo.
Infine, avrei preferito che il mio amatissimo Seth, eh sì, amatissimo (sapete che io ho un debole per i cattivi ragazzi) avesse  avuto un ruolo più attivo. Nonostante questi “piccoli difettucci” il romanzo è su livelli incredibili, pertanto preparatevi ad avere ancora a che fare con un destino bastardo che vi farà palpitare e soffrire insieme ai protagonisti.



COVENANT SERIE

#1, Tra due mondi (recensione)
#2, Cuore puro (recensione)
#3, Anima divina (recensione)
#3.5, Elisir (recensione)
#4, La vendetta degli dei





Nessun commento:

Posta un commento