mercoledì 9 agosto 2017

OGNI BATTITO DEL CUORE, GINGER SCOTT. Recensione.

TITOLO: Ogni battito del cuore

AUTORE: Ginger Scott

SERIE: Falling #1

EDITORE: Newton Compton

PAGINE: 288

PUBBLICAZIONE: 20 luglio 2017

GENERE: New adult

PREZZO: € 2,99 ebook
Prima ho dovuto ricordare come si respira. Poi ho dovuto imparare a sopravvivere. Sono passati due anni, tre mesi e sedici giorni dalla Rowe Stanton di un tempo, da quando la tragedia mi ha rubato la giovinezza e il cuore. Quando sono partita per il college, ho messo mille miglia tra il mio futuro e il mio passato. Ho fatto una scelta: riattraversare il confine, per stare con i vivi. Ma proprio non sapevo da dove cominciare.
E poi ho incontrato Nate Preeter. 
Un giocatore di baseball nella All-America, che non avrebbe dovuto neppure accorgersi di un fantasma come me. Ma l'ha fatto. Non avrebbe dovuto chiedere il mio nome. Ma l'ha fatto. E quando ha scoperto il mio segreto e ha visto le cicatrici che aveva lasciato, sarebbe dovuto scappare. Ma non l'ha fatto.
Il mio cuore era morto, e non sarei mai dovuta appartenere a nessuno. Ma Nate Preeter mi ha fatto ricominciare a provare qualcosa, e mi ha fatto desiderare di essere sua. Mi ha mostrato tutto ciò che mi stavo perdendo. E poi mi ha mostrato come si cade. 




Nate e Rowe, Rowe e Nate, due persone a cui il destino ha deciso di dare una seconda possibilità, ma soprattutto due anime gemelle che completandosi perfettamente riescono ad amarsi senza riserve. Nessun bad boy scontroso dagli sguardi infuocati che fugge da ogni forma di impegno, nessuna prima della classe che gli tiene testa.
Rowe è una sopravvissuta, ha delle cicatrici profonde dentro di sé e non solo, ma allo stesso tempo è dotata di un gran coraggio che a volte inconsapevolmente l’aiuta ad affrontare i propri fantasmi. Il college rappresenta la sfida da vincere per ritornare, dopo due anni di totale isolamento, a vivere come una ragazza normale.
Nate è un giocatore di baseball dal grande talento, frequenta lo stesso college di Rowe e spera un giorno di poter fare parte di una squadra ad alto livello professionistico. Divide la stanza con il fratello maggiore e migliore amico Ty, che a causa di un brutto incidente da sei anni è costretto su una sedia a rotelle, handicap che non gli impedisce di essere anche un preparatore sportivo dal fisico atletico, ironico e pieno di gioia di vivere.  Nate considera Ty la sua parte migliore nonostante sappia essere davvero uno stronzo quando vuole.  È grazie a lui se è riuscito a raggiungere tanto successo.
Il giorno in cui incontra Rowe in tarda serata e in condizioni un po’ particolari, che sono sicura apprezzerete soprattutto per l’ambiente, ne rimane colpito all’istante. Quella ragazza dalle gambe lunghissime è proprio il suo tipo e desidera fin da subito scoprire tutto di lei.
Lei è davvero il mio tipo. So di averne uno ben preciso. La gente si crea i suoi modelli per una buona ragione, per aiutare a togliere il superfluo e individuare ciò che vale la pena conservare. E il mio tipo somiglia esattamente a lei. Ho un istinto abbastanza buono. È la ragione per cui sono un ricevitore – riesco ad anticipare i lanci pessimi, gli swing corti e ciò che il battitore ha intenzione di fare. Ma il mio istinto va più in profondità. Sono in grado di leggere anche dentro le persone, fuori dal campo. E Trentatré? Non è il genere di ragazza che trascorre un’ora a prepararsi per uscire per una serata. È più il tipo da blue jeans e T-shirt. Hamburgher e patatine fritte.
Nate, oltre ad essere un gran fico è simpatico, dolce e soprattutto si dimostra sinceramente interessato a Rowe. Quest’ultima dal momento in cui lo conosce non riesce a pensare ad altro che ai suoi capelli castano-dorati, agli occhi blu e, come lei stessa afferma, quel ragazzo incredibile gli piace più di quanto dovrebbe, è la sfida che ha sempre voluto, ma solo una piccola parte di lei è contenta di ciò. L’altra, quella più importante, quella che è stata irreversibilmente ferita, si oppone.
A causa del suo tragico passato Rowe si sente in colpa e cerca di mantenere i rapporti con Nate su un piano amichevole anche se in cuor suo sa di tenere a lui ogni giorno di più, sa che se lo permettesse lui l’amerebbe incondizionatamente.  È difficile per lei riuscire ad accettare di averlo fatto entrare senza accorgersene nel suo cuore, un cuore pieno di dolore e di sensi di colpa. Ma quando si incontra una anima pura, altruista come quella di Nate come si fa a non innamorarsene?!
Sono rimasta davvero colpita dalla pazienza e dalla dolcezza di questo ragazzone che reputo il personaggio maschile più piacevolmente testardo e coerente di cui abbia mai letto. Sì, avete capito bene, coerente, una rarità non è vero? Ogni suo gesto, ogni sua parola è per il bene della ragazza di cui si è innamorato.
«Mi dispiace così tanto, Rowe», dice Nate, e mi volto per guardarlo, il viso così sincero e benevolo. Dal suo semplice sguardo posso dire che darebbe qualsiasi  cosa per allontanare il mio dolore. «Grazie», dico, concedendomi di fissare a lungo dentro i suoi occhi, mentre altre lacrime affluiscono, ma la mia forza di volontà le tratterrà. E accade tutto improvvisamente – non appena lo guardo, mi innamoro. Ma non importa, perché non posso appartenere a nessuno.

Ginger Scott è stata abile a farmi comprendere quel dolore straziante che consuma Rowe da due anni ma allo stesso tempo anche la forza con cui lo combatte, con la quale cerca a tutti i costi di dirgli addio.  Percepirete il suo senso di colpa per essere una sopravvissuta, vi commuoverete, ne sono sicurissima, proprio come è successo a me. Nel romanzo si affrontano traumi importanti, con un talento che definirei “particolare” in quanto nonostante il loro indiscutibile spessore, l'autrice non è riuscita a trasferire nella storia  quel pathos che le circostanze del caso avrebbero richiesto, non solo durante la narrazione dei fatti, ma soprattutto nella crescita emotiva dei due protagonisti. Sono stata assorbita dai personaggi soprattutto da quello femminile che è riuscito in alcuni momenti a farmi commuovere, ma il tutto è avvenuto in modo sequenziale, quasi automatico, senza forti scossoni o colpi di scena capaci di mettere in discussione l’amore tra i due protagonisti che a mio parere avrebbero reso il romanzo più coinvolgente. In alcuni momenti l’ho trovato, seppure scritto con uno stile fluido, ambiguamente lento. Avrei preferito un Nate più passionale e più condiscendente ai propri impulsi, in quanto ritengo che queste due caratteristiche non avrebbero messo in secondo piano la sua dolcezza e la sua pazienza. Probabilmente un approfondimento sul passato di Nate e sul tradimento subito mi avrebbe dato modo di comprendere di più le sue scelte.
Nonostante ciò Nate mi ha profondamente colpita con il suo altruismo e con il suo amore puro e  incondizionato.
Se fuggisse da me ora, mi ucciderebbe. Mi farebbe sicuramente morire. Ma ne sarebbe valsa la pena. La possibilità di dire a questa ragazza che la amo anche solo una volta varrebbe tutti i dolori del mondo.
Inoltre, ho apprezzato molto i personaggi secondari che hanno un ruolo importante e agiscono nel quotidiano dei protagonisti, in particolare Cass, la coinquilina di Rowe e Ty il fratello di Nate, hanno dato un grosso contributo alla storia alimentandola con situazioni ironiche e divertenti. Spero che ci sia in programma un libro tutto per loro.
Consiglio di leggere questo romanzo sulle seconde possibilità in cui solo l’amore è in grado di rendere perfetta qualunque imperfezione.




FALLING SERIES

#1, Ogni battito del cuore

#2, You and everything after

#3, The girl I was before

#4, In your dreams



Nessun commento:

Posta un commento