venerdì 28 luglio 2017

RECESSIVE, IRENE GRAZZINI. Recensione.


TITOLO: Recessive

AUTORE: Irene Grazzini

SERIE: Dominant #2

EDITORE: Fanucci Editore


PAGINE: 231


PUBBLICAZIONE: 15 giugno 2017 ebook; 29 giugno cartaceo


GENERE: Young adult/Distopico


PREZZO: € 4,99 ebook; € 14,90 cartaceo

In un mondo sferzato dal ghiaccio e spezzato dall’odio, tra tempeste di neve, enormi città robotizzate e antiche rovine, continua la travolgente avventura delle sorelle Claire ed Eleanor. Dopo una rocambolesca missione all’interno della Cupola, Eleanor si ritrova ora prigioniera nella City, tra le grinfie di Jordan e del Dominante Gabriel Swan, governatore da oltre quindici anni. Il loro scopo è estorcerle importanti informazioni su dove siano nascosti Claire e i Recessivi, ed Eleanor dovrà dimostrare grande forza d’animo e coraggio. Da parte sua, Claire è determinata a liberarla ed è disposta a tutto pur di riuscirci. Anche a partire con l’ambiguo signor Yan per intraprendere un lungo e avventuroso viaggio che li condurrà alla ricerca dei misteriosi Dragoni di Giada, senza i quali non potrebbe mai portare a termine la sua nuova missione. Ma nel Mondo di Fuori si annidano potenti alleati quanto subdoli nemici. E mentre Claire deve decidere di chi fidarsi, e pagarne a caro prezzo le conseguenze, Eleanor lotta duramente per sopravvivere... 


Un’avvincente storia di fiducia, amore e amicizia che terrà il lettore con il fiato sospeso dalla prima all’ultima pagina.


La prima parte di Recessive, secondo volume della serie Dominant di Irene Grazzini, si apre con Eleanor protagonista. Dopo essere stata catturata dai membri della City, la ragazza farà di tutto per riuscire a mantenere la tempra e il coraggio che sempre l’hanno contraddistinta. Andrà avanti a testa alta, sarà la prigioniera più fiera che ci è mai capitato di incontrare in un libro distopico. Resisterà stoicamente alle torture più spietate, non cederà ai ricatti, e dimostrerà ancora una volta di essere così altruista da dare la sua vita in cambio della salvezza di Claire. Entrambe le sorelle, senza saperlo, combatteranno l’una per l’altra, dimostrando quanto è solido il loro legame. Pur non essendo cresciute insieme, infatti, a legare Eleonor e Claire è un legame di sangue a cui tengono tantissimo; serviranno la loro vita ai nemici su un piatto d’argento pur di sapere l’altra libera.
Claire, che è riuscita a fuggire dalla City, in cui è nata e cresciuta, cercherà in tutti i modi di salvare sua sorella, e lo farà grazie all’aiuto del signor Yan e del suo mezzo.
La seconda parte del romanzo vedrà appunto Claire in giro, alla scoperta di nuovi mondi per la prima volta nella sua vita. Oltre allo stupore di conoscere nuove comunità e vedere nuove città, si ritroverà anche a conoscere gente nuova. In compagna di Yan e della sua Carovana esploreranno la Confederazione Vesuviana e Claire inizierà a consolidare il suo rapporto con Arthur (vi ricordate di lui? Nel primo volume Claire ed Eleanor se lo contendono!). Per Eleanor intanto la situazione sarà sempre più difficile: dovrà vedersela con i Mastini, spietati più che mai, con Jordan e con la cattiveria dei Dominanti, convinti più che mai della loro supremazia e desiderosi di liberarsi di lei.
La terza e ultima parte, a mio avviso la più movimentata e ricca di suspense e rivelazioni, vedrà Claire, Arthur, Diego e il signor Yan viaggiare ininterrottamente, saltare da un treno all’altro, nella speranza di salvarsi e di trovare il modo di liberare Eleanor. La ragazza prigioniera, nel frattempo, riuscirà a trovare un fedele alleato, Chan. A ogni tentativo da parte dei Dominanti di piegarla, Eleanor risponderà con caparbietà e sfacciataggine, dimostrando di essere una ragazza sveglia e dalla grande intelligenza. Rimarrà lucida anche nei momenti peggiori e troverà sempre una via alternativa di fuga.
Questo volume, in certi punti, mi è sembrato un po’ più lento del primo. Come accade sempre nei volumi intermedi, Recessive fa da ponte tra l’inizio della storia e quello che sarà l’epilogo, risentendone. La suspense e l’ingegno non vengono mai meno: l’autrice ha saputo creare un ritmo serratissimo introducendo sempre dettagli nuovi, colpi di scena, personaggi secondari interessanti e funzionali allo svolgimento della trama. Il tutto ben orchestrato, ben amalgamato, tanto che il lettore si sente parte del quadro e vorrebbe in qualche modo partecipare.


Claire ed Eleanor, protagoniste assolute, confermano quanto detto nella recensione del primo volume. Sono due personaggi adorabili, che in questo romanzo appaiono più simili di quanto credano di essere e di quanto siano apparse in Dominant. Entrambe dimostreranno coraggio da vendere, anche la piccola Claire, quella delle due che sembrava più ingenua e inesperta, saprà rimboccarsi le maniche e riuscirà a evitare la morte certa in più occasioni. Nonostante la distanza continueranno a pensare l’una all’altra, ad agire in funzione dell’altra, con l’unico obiettivo di salvarsi e rincontrarsi. Se Eleanor rappresenterà una conferma – avevo già avuto modo di testare la sua tempra e la sua intraprendenza -, Claire dimostrerà di essere cresciuta. Un bel cambiamento il suo, una maturazione che mi ha stupito e me l’ha fatta amare ancora di più.
Era convinto di aver spezzato la sua arroganza. Aveva gioito a quel pensiero, come se punendo lei avesse potuto punire in un certo modo anche la madre per il tradimento perpetrato nei confronti della sua razza. Giorni e giorni di torture fisiche e mentali ininterrotte avrebbero condotto chiunque sull’orlo della pazzia. E invece no, quella ragazzina si ostinava a resistergli. E aveva osato persino prenderlo in giro!
Il mondo immaginario e futuristico creato dalla penna sapiente di Irene Grazzini è qualcosa d’eccezionale; è possibile immaginare ogni dettaglio, ogni mezzo, ogni città, ogni scenario in maniera nitida e realistica. Le descrizioni accurate si intrecciano perfettamente alla storia dei personaggi senza togliere spazio ma andando, anzi, ad arricchire la narrazione. Forse, in alcuni momenti, le descrizioni mi sono sembrate eccessivamente scientifiche, ma sempre ben contestualizzate.
In Recessive i rapporti umani già esistenti si vanno a consolidare, nonostante le distanze e le avversità, qualche personaggio secondario che abbiamo conosciuto e a cui, perché no, ci siamo affezionate, sarà lasciato dietro – è la legge della sopravvivenza – e tutto intorno a loro si sgretolerà. La City subirà duri colpi, e forse la consapevolezza di essere la città perfetta, l’unica degna di detenere la supremazia, comincerà a venire meno anche tra gli abitanti. La storia di Claire ed Eleanor farà emergere tutte le falle e le zone d’ombra, tutti i segreti che chi è a capo della città ha tentato di tenere nascosti per anni.
La visione di Claire si amplierà, la ragazza fedele alla City diventerà spietata all’occasione, si ritroverà a gestire situazioni più grandi di lei e ad avere a che fare con qualche traditore. Saranno in tanti a tradire Claire ed Eleanor, colpo di scena dopo colpo di scena anche il lettore avrà modo di rivalutare ogni personaggio.
Quella stupida, imbranata, ingenua e meravigliosa sorella. «Robb e gli altri baderanno a lei. Se la caverà anche senza di me. Non credo che lei ne sia consapevole, ma ha un’incredibile forza di volontà. Nonostante quello che le hanno inculcato in tutti questi anni, ha avuto il coraggio di lasciarsi alle spalle il mondo che conosceva. Ha rinnegato la sua gente per entrare in un gruppo che l’ha sempre guardata con sospetto. E tutto per la convinzione di fare la cosa giusta.»

Devi amarla moltissimo, disse Chan dopo qualche attimo di silenzio.
«È la metà di me di cui ho sempre sentito la mancanza, anche se prima non me ne rendevo conto», rispose Eleanor. Dirlo era strano, perché di solito quelle erano cose che faticava ad ammettere persino con se stessa.
Che dire di Arthur e Chan… fedeli, altruisti, senza dubbio innamorati! In questo volume sarà dato più spazio all’amore e vi lascio immaginare quanto questa scelta mi abbia reso felice. Ciò che mancava a Claire ed Eleanor nel loro tortuoso e avventuroso viaggio era proprio un complice.
C’è amore, c’è amicizia, ci sono legami familiari che resistono a ogni tempesta, ci sono i colpi di scena, c’è la suspense che tiene avvinti. Se amate il mondo distopico non posso che consigliarvi anche Recessive. Questa serie si sta rivelando sempre più una bella sorpresa. Ora non ci resta che attendere l’ultimo volume conclusivo per sapere cosa ne sarà delle due ragazze e dei loro amici. Io sono pronta a vivere con loro ogni peripezia e ad andare incontro a ogni tipo di pericolo, e voi?





DOMINANT SERIE

#1, Dominant (recensione)
#2, Recessive 
#3, Crossing-over 




Nessun commento:

Posta un commento